Globe

guarda indietro

un museo con radici borghesi

"Il tempo in cui viviamo richiede che nutriva di conoscenza non solo nella cerchia ristretta del cervello dei singoli ha guadagnato l'umanità indovinare devono essere patrimonio comune di tutte le persone e di penetrare strati da tutti." georg philip holscher, 1850 nella nuova rivista hannoveriana, che chiede la fondazione di un museo di storia naturale

Il National Museum Hannover emerso come "Hannoversches Museo d'Arte e Scienza" dalle radici della classe media: la "History Society Naturale di Hannover", la "Società storica della Bassa Sassonia" e l ' "Associazione per la collezione d'arte pubblica" ha avuto 1852 ha deciso di fondere le loro collezioni. 1856 poi permesso di presentare il nuovo museo nella Sophienstraße 2, casa di oggi artisti, fino a quando non 1902 Museo Provinciale ha ricevuto la sua nuova posizione sul Maschpark.

Fin dall'inizio una casa multi-ramo, il nuovo edificio ha permesso una suddivisione in tre sezioni: la prima, la storica con collezioni di archeologia, la storia di Hannover, una collezione di monete e reperti etnologici, alla sezione di storia naturale e, infine, il dipartimento artistico. Con il suo nome il "Museo di Arte e Scienza" è stato troppo il suo tempo inizio gli armadi reali precedenti di curiosità molto più avanti oggi, questo sembra quasi futuro. Anche per Wilhelm Leibniz, il grande illuminista del secolo, erano musei "teatro della natura e dell'arte," spazi dove l'arte e la scienza si incontrano.

Il nuovo concetto, che viene realizzato in più fasi dal 2013, sulla base della storia del museo con tre dipartimenti e l'architettura dell'edificio a immagine del mondo. Al piano terra, ad esempio, ora puoi trovare il »NaturWelten« come collegamento tra le aree del vivarium e la storia naturale finora separate. Al primo piano si può sperimentare la combinazione unica di archeologia ed etnologia, vecchi e nuovi mondi nel »MenschenWelten«. E soprattutto, il KunstWelten fluttua con dipinti e sculture dal Medioevo all'20. Secolo.

»Nel Museo statale di Hannover si trova apparentemente inconciliabili e viene invitato in molti modi a scoprire e contemplare.«

prof. dr. Katja Lembke
Direttore del Museo statale di Hannover

guarda dietro le quinte

Guarda dietro le quinte

sempre bene informato

registratore di cassa e servizio di vigilanza più
Guarda dietro le quinte

sempre bene informato

registratore di cassa e servizio di vigilanza

Chiediamo a Kathrin Heide, membro del servizio di cassa e vigilanza, da 2016 al Landesmuseum di Hannover.

Che aspetto ha una tipica giornata di lavoro? WeltenMuseum off?
I miei colleghi ed io siamo il primo punto di contatto del nostro museo e ci assicuriamo che i nostri visitatori si sentano a loro agio e con tutte le informazioni importanti, come ad esempio. B. Vengono comunicati i biglietti d'ingresso, gli orari di apertura e le visite guidate alle mostre permanenti e alle mostre speciali. Inoltre, accetto suggerimenti e critiche e li inoltro.

Qual è la cosa più straordinaria che hai vissuto alla reception?
Ogni giorno è straordinario perché conosco molte persone diverse. Ma ho avuto il mio personale quest'anno
Evidenzia per la Notte dei Musei, in cui l'ex cancelliere Gerhard Schröder era di fronte a me e ha comprato un biglietto.

Hai una mostra preferita?
Il mio posto preferito sono i Water World, ad essere sinceri, il Bacino del Pacifico. Adoro il variopinto mondo del pesce che mi spedisce un pezzo di vacanza a Hannover, a volte nuvoloso.

Guarda dietro le quinte

vicino all'opera d'arte

Dipl.-restauratore più
Guarda dietro le quinte

vicino all'opera d'arte

Dipl.-restauratore

Chiediamo a Iris Herpers, in qualità di restauratrice, il suo 2007 nel Museo di Stato.

Qual è il tuo lavoro in Landesmuseum Hannover?
Mi occupo conservativamente delle preziose opere d'arte della collezione di dipinti e sculture. Ciò include, soprattutto, la conservazione degli oggetti e delle loro condizioni. Ciò richiede un clima ottimale nelle sale espositive, ma anche la pulizia regolare delle singole opere è importante, ad es. B. anche per mostre speciali. Inoltre, alleno gli studenti di restauro e in visite speciali fornisco informazioni sul laboratorio e sul mio lavoro. L'attenta trasformazione delle grandi pale d'altare nel KunstWelten è anche una delle mie attività ed è sempre una grande esperienza per i visitatori.

Quali sono le sfide più grandi ed emozionanti nel restauro di un'opera d'arte?
L'abilità e la concentrazione speciali richiedono l'esposizione di strati inferiori di vernice su un'opera d'arte, vale a dire la rimozione di successive sovrapposizioni senza danneggiare l'originale. L'obiettivo è ripristinare il più possibile lo stato originale dell'oggetto e, ad esempio, rendere nuovamente visibili i livelli di colore originali.

Hai un oggetto preferito?
Non proprio, ci sono così tante opere speciali e grandiose nella collezione. Soprattutto, tuttavia, trovo gli oggetti diversi e versatili, in cui materiali molto diversi in un unico lavoro sono stati elaborati, eccitanti.

Come restauratrice, ti piace anche prendere spazzole private?
Mi piace dipingere nel mio tempo libero, con acquerello, acrilico e pittura ad olio. Sfortunatamente, ci vuole troppo poco tempo per questo hobby rilassante.

Guarda dietro le quinte

buon suono e buona luce

tecnico dell'evento più
Guarda dietro le quinte

buon suono e buona luce

tecnico dell'evento

Chiediamo a Kai Hoffmann
Poiché 2016 lavora come tecnico per eventi nel Landesmuseum

Cosa fa un tecnico dell'evento nel museo?
I compiti sono molto ampi. Questo inizia con il tour mattutino, sia nelle mostre permanenti che tutte le stazioni multimediali funzionano e va al supporto di lezioni classiche o di esibizioni dal vivo - a volte anche sui vampiri! Il bello è che non ci sono due giorni uguali.

Non sei solo il tecnico dell'evento, ma puoi anche suonare vari strumenti musicali da solo?
Questo con i vari strumenti musicali non è una voce, ma non mi definirei un musicista professionista. Anche se ho flirtato con studi musicali, ma ho subito capito che non sono abbastanza bravo per questo. Tuttavia, faccio molta musica, suono tastiere in una band, ho una passione per gli organi domestici, faccio un progetto di improvvisazione sperimentale e sono interessato alle teorie dietro la pratica della musica e delle arti visive.

Hai uno strumento preferito?
Il mio strumento preferito al di fuori del museo è il mio vecchio sintetizzatore modulare formant di 1970ern. Questa è una diva voluminosa e più che spesso bisbetica, ma quando funziona, è imbattibile nel suono. La cosa bella è che con questo sintetizzatore ed il grande ensemble gamelan (la mia preferita nel museo), insieme i due elementi del record di Eberhard Schoener`s "Bali Agung" che mi ha affascinato come un adolescente.

Guarda dietro le quinte

Talento organizzativo e buoni nervi

cancelliere più
Guarda dietro le quinte

Talento organizzativo e buoni nervi

cancelliere

Chiediamo a Sabine Eisenbeiss, da quando 2012 è il registrar in casa.

Qual è il tuo lavoro in Landesmuseum Hannover?
Per mostre e ricerche, i musei prestano e prendono in prestito oggetti dalle loro collezioni. Il mio lavoro è l'organizzazione e
Gestendo l'intero prestito per gli oggetti in entrata e in uscita, mi occupo di contratti, assicurazioni e trasporti.

Quali sono le sfide speciali come registrar?
Il registrar è l'interfaccia tra molti diversi attori coinvolti nel processo di prestito. Per un completamento di successo, in particolare per i progetti espositivi di grandi dimensioni con molti oggetti, quindi, vengono poste maggiori richieste sulla capacità di comunicare. Hai anche bisogno di talento organizzativo e buoni nervi. Per il contatto con istituti di credito internazionali si dovrebbe avere un senso per i costumi locali. Ma sono questi contatti che rendono il lavoro così interessante per me.

Qual è stata la mostra più eccitante che hai seguito?
Nel mio ruolo, i creditori sono più importanti delle mostre. Le mostre mi interesseranno se, a causa della loro fragilità o dimensioni, pongono delle richieste speciali sul trasporto. Quello attuale è il più eccitante e più recente dipinto di grande formato Giorgio IV di Thomas Lawrence dei Musei Vaticani a Roma, che è stato presentato nella mostra "Tesoriere" e per via delle sue dimensioni ci presenta alcuni problemi in termini di trasporto nel nostro edificio presentato.

Guarda dietro le quinte

2 milioni di mostre

curatore di archeologia più
Guarda dietro le quinte

2 milioni di mostre

curatore di archeologia

Chiediamo a Florian Klimscha, curatore di archeologia, da 2017 nel Landesmuseum di Hannover.

Qual è il tuo lavoro al Landesmuseum di Hannover?
Come curatore sono responsabile per la collezione archeologica, la sua esplorazione e la realizzazione di scavi. Per essere più specifici, il nostro museo ospita una delle più grandi collezioni archeologiche (circa 2 milioni di mostre) nel nord Europa, di cui solo una parte molto piccola può essere esposta. Questi reperti sono la nostra unica fonte di informazioni per oltre il 99% della storia umana e anche i reperti archeologici sono importanti per il resto del tempo
Research. Tale lavoro oggi comporta spesso la cooperazione con le università e si avvale dell'intera gamma di metodi scientifici moderni. I risultati sono discussi e sono spesso l'occasione per nuovi scavi. Dopo tutto, tutti questi sforzi culminano in aree tematiche della nostra mostra permanente e, naturalmente, in mostre speciali.

Hai un oggetto preferito nella mostra permanente?
Difficile, il mio cuore si blocca su così tanti oggetti. Attraverso la Bassa Sassonia Moore ci sono pezzi di legno incredibilmente conservati, come uno dei più antichi aratri
a tutti. Ma il mio oggetto preferito è l'ascia di rame di Müsleringen. Questa ascia è un oggetto importato ed è molto probabile che provenga dalla zona del Mar Nero. È arrivata nell'4. Millennio aC Nella nostra regione, in un momento in cui la lavorazione dei metalli nella pianura della Germania settentrionale era ancora sconosciuta. Mentre l'era nera è conosciuta in tutto il Mar Nero in quel momento, gran parte del mondo rimane nell'età della pietra. Tali oggetti erano quindi estremamente preziosi e circolavano come regali tra i potenti.

Guarda dietro le quinte

modelli di milioni di anni

fotografin più
Guarda dietro le quinte

modelli di milioni di anni

fotografin

Chiediamo a Kerstin Schmidt
Da quando 2013 lavora come fotografo al Landesmuseum

Perché sei diventato un fotografo?
Era un misto di interesse per la tecnologia in generale e per la fotografia in particolare. Ho smontato tutto quando ero un bambino solo per capire come funziona. Aggiungete a ciò il mio interesse privato per la fotografia e il desiderio di lavorare con le persone.

Che aspetto ha una giornata lavorativa tipica e cosa distingue il lavoro nel museo dallo studio fotografico?
Non c'è davvero una giornata museale "tipica". In un giorno puoi aspettare un'ora per il motivo animale giusto, un dipinto, una moneta centenaria o una fotografia dinofahrte. Attualmente sto scattando delle foto per la prossima mostra speciale »Tricky Heritage«. Ci sono soprattutto molti oggetti etnologici sensibili. Ovviamente, come nello studio fotografico, fotografo anche persone, ad esempio in occasione di inaugurazioni di mostre e feste di famiglia. Ma c'è già un focus sulla fotografia di oggetti. Inoltre, ogni reparto e ogni oggetto ha le sue peculiarità e requisiti speciali. Questo è possibile solo con molta pazienza, prudenza e buon lavoro di squadra. I miei "modelli" sono di solito solo un po 'più vecchi di altri, poiché a volte si uniscono per alcuni milioni di anni [sorrisi].

Ti manca la fotografia analogica?
La fotografia analogica e digitale hanno i loro vantaggi e svantaggi. Anche se la fotografia analogica nella qualità e nell'umore della luce, a mio parere, finora difficilmente ha battuto, c'è anche un po 'di nostalgia.

Hai un motivo preferito?
In realtà, è solo la varietà che mi piace di più e la quantità di informazioni sugli oggetti.

Guarda dietro le quinte

da una costruzione simile a z come tagliare

mastro carpentiere più
Guarda dietro le quinte

da una costruzione simile a z come tagliare

mastro carpentiere

Chiediamo a Raimund Scherhorn
Dal momento che 2011 ha lavorato come falegname nel Landesmuseum

Qual è il tuo lavoro nel Landesmuseum?
In breve, sono responsabile di tutte le questioni relative all'argomento del legno, oltre a lavorare su di esso e così via. Più specificamente, in consultazione con curatori e restauratori, creo possibilità di presentazione di oggetti culturali di vario tipo: ad esempio, ho rifatto dipinti, creo vetrine e piedistalli in modo che gli oggetti più diversi possano essere presentati correttamente o costruisca stazioni mediatiche per la mediazione culturale. L'area di responsabilità è grande almeno quanto la nostra casa e lo spettro spazia dalla costruzione di telai in legno, alla produzione di mobili e alla costruzione di esposizioni al lavoro come formatore, che seguo come maestro falegname nella nostra casa.

Cosa distingue il falegname "normale" dal carpentiere del museo?
L'attività professionale non differisce. La più grande differenza è prima di tutto l'ambiente. La nostra falegnameria è una piccola, bella operazione all'interno del Landesmuseum. Quindi il nostro unico cliente è anche il museo. Ma naturalmente costruiamo anche cose che raramente un falegname "normale" costruisce. E le attività di assemblaggio si svolgono principalmente nello stesso luogo. Inoltre, le differenze sono più piccole di quanto si pensi.

Quanto è solitamente necessario allestire una mostra permanente o speciale?
Questo non può essere risolto completamente, la nostra "normale" mostra speciale ha una superficie di circa 800 mq, a seconda di come è progettata l'architettura espositiva (pareti, vetrine, infissi, luce, ecc.), È necessario per la costruzione di circa 6 - 8 settimane. Tuttavia, se il programma è molto serrato, una mostra deve essere finita nelle settimane 4. In questi tempi si è quindi quasi tutto il giorno nel museo.

Guarda dietro le quinte

dal colibrì al bufalo d'acqua

preparatore zoologico scienze naturali più
Guarda dietro le quinte

dal colibrì al bufalo d'acqua

preparatore zoologico scienze naturali

Chiediamo a Christophe Houlgatte
Dal momento che 2001 è un tassidermista zoologico Naturkunde nel Landesmuseum

Quali sono i compiti di un tassidermista zoologico?
Il mio compito principale è la raccolta e la conservazione di oggetti biologici. Abbiamo una vasta collezione di esemplari zoologici: dai colibrì ai bufali d'acqua. Tra di loro ci sono anche pezzi che hanno un valore storico, dal momento che l'animale in questione è stato a lungo estinto. Di conseguenza, preservare e ripristinare i campioni di raccolta è uno dei miei compiti più importanti. Un altro aspetto del mio lavoro è la produzione di scheletri e dermoplastici. Quest'ultimo comporta la preparazione di vertebrati, in genere grandi mammiferi, uccelli e pesci. Il termine preparazione, tuttavia, si riferisce agli animali più piccoli e agli invertebrati. I visitatori sono spesso indicati come "ripieno", un termine dagli inizi della preparazione degli animali, in cui uno ha effettivamente ripiene le carcasse con la paglia. Dal momento che questo metodo, tuttavia, dalla metà di 19. Secolo non è più applicato, questo termine è disapprovato al giorno d'oggi.

Come diventare un tassidermista
In Germania, si deve completare la scuola professionale per gli assistenti tecnici di preparazione a Bochum, al fine di ricevere una formazione riconosciuta dallo stato. Lì vengono insegnate le tre direzioni principali: biologia, geologia, medicina. Ci sono anche musei che si allenano da soli. Sebbene questa formazione non sia riconosciuta dallo stato, è molto popolare con altri musei. In altri paesi, tuttavia, il lavoro del tassidermista è una formazione artigianale.

Hai una preparazione preferita e cosa ti piacerebbe preparare?
Non ho una preparazione preferita, ma apprezzo l'incredibile varietà della mia professione. Mi sarebbe piaciuto preparare un dodo, un uccello lungo un metro, senza volare, che era distribuito esclusivamente su alcune isole. Sfortunatamente, gli umani hanno già questi animali verso la fine di 17. Secolo sradicato.

Guarda dietro le quinte

esplorare culture e popoli

curatore di etnologia più
Guarda dietro le quinte

esplorare culture e popoli

curatore di etnologia

Chiediamo al dott. Alexis di Poser
Dal momento che 2014 curatore di etnologia nel Landesmuseum

Qual è il tuo lavoro al Landesmuseum di Hannover?
Mi occupo delle raccolte etnologiche del Landesmuseum. Le mie responsabilità comprendono la ricerca sugli oggetti della collezione e lo sviluppo di mostre per presentare i risultati della ricerca al pubblico. Tra i compiti più belli c'è la cooperazione con i rappresentanti delle culture di origine dei nostri oggetti. Insieme pianifichiamo progetti e impariamo molto gli uni dagli altri.

In quale paese hai effettuato delle ricerche e dove ti piacerebbe viaggiare di nuovo?
Ho vissuto in Papua Nuova Guinea per un anno e mezzo in un piccolo villaggio e ho registrato la loro visione del mondo estremamente complessa con le persone lì. Parlano una delle lingue 700 usate nella parte orientale dell'isola, la seconda più grande al mondo. Mi piacerebbe anche tornarci presto per vedere cosa è cambiato nel frattempo.

Hai un oggetto preferito nella collezione dello spettacolo?
Molti dei pezzi che ho incluso nella mostra permanente sono diventati cari al mio cuore. Ma la macchina da scrivere cinese è un oggetto molto speciale. A causa della grande quantità di caratteri, ha solo un braccio, con il quale è possibile selezionare il carattere richiesto. Questo è stato raccolto molto raramente.

Lo scopo di fornitura di questa macchina da scrivere include oltre le lettere 3000, da cui viene selezionato un solo braccio di leva. Con la pratica, è possibile ottenere una velocità di caratteri 15 al minuto. Dal momento che ogni personaggio rappresenta una sillaba significativa o una parola intera, questo è quasi veloce quanto scrivere un testo in una lingua europea su una macchina da scrivere comune in Europa.

Lo scopo di fornitura di questa macchina da scrivere include oltre le lettere 3000, da cui viene selezionato un solo braccio di leva. Con la pratica, è possibile ottenere una velocità di caratteri 15 al minuto. Dal momento che ogni personaggio rappresenta una sillaba significativa o una parola intera, questo è quasi veloce quanto scrivere un testo in una lingua europea su una macchina da scrivere comune in Europa.

Come sei arrivato al titolo della mostra »Heikles Erbe«?
In tutte le collezioni etnologiche sono oggetti del periodo coloniale. Nell'esplorare i rispettivi contesti occupazionali, ci imbattiamo anche in storie problematiche e ingiustizie - in questo senso, rappresentano una delicata eredità che dobbiamo affrontare.

Guarda dietro le quinte

dall'alimentazione animale alla Modersohn

impiegata amministrativa più
Guarda dietro le quinte

dall'alimentazione animale alla Modersohn

impiegata amministrativa

Chiediamo a Joachim Rodaebel
Dal momento che 2008 lavora come impiegato amministrativo nel Landesmuseum

Quali sono le tue responsabilità nell'amministrazione?
Fondamentalmente, i compiti sono di ampia portata, perché la nostra amministrazione museale consiste di sole tre persone e ognuno può prendere il controllo del lavoro degli altri due. Il mio compito principale è la prenotazione elettronica di tutte le banconote che svolazzano nel museo: a partire dalle forniture per ufficio, dalle bollette dell'elettricità mensile, al mangime per animali. Quasi tutto ciò che mantiene il museo come tale in funzione. Tuttavia, non solo spendo tutti i soldi, ma guadagno anche le entrate. Inoltre, creo ricevute di donazione nel caso qualcuno doni denaro o materiale.

Cosa viene donato a un museo?
O i visitatori donano denaro, che dovrebbe essere utilizzato in particolare per la costruzione di mostre o utilizzato come sussidio per l'acquisto di un oggetto. In alternativa, ci vengono anche offerte speciali (risorse materiali) per le diverse collezioni.

Il lavoro amministrativo nel museo è diverso?
Direi di si Ho completato la mia formazione come assistente di gestione in un'amministrazione municipale e l'attività corrente in un'istituzione culturale (dove, ad esempio, le mostre sono in costante cambiamento) non ha più nulla a che fare direttamente con un'amministrazione classica o un'autorità.

Hai una mostra preferita?
A causa della diversità del museo, questo non è facile per me, ma il "paesaggio palustre" di Otto Modersohn e la "Piazza Navona a Roma" di Giovanni Paolo Panini sono tra i miei preferiti.

Guarda dietro le quinte

festeggiare ad arte

marketing + gestione degli eventi più
Guarda dietro le quinte

festeggiare ad arte

marketing + gestione degli eventi

Chiediamo a Nicola Kleinecke
Dal momento che 2010 è responsabile dell'evento nel Landesmuseum

Cosa fa un gestore di eventi nel museo?
Fondamentalmente, metto il museo in una luce diversa e faccio uscire gli ospiti dai visitatori: Dal mio punto di vista, il museo non è solo un'istituzione culturale, ma anche un luogo unico con la propria vita. Permettiamo agli organizzatori interessati di realizzare le loro celebrazioni natalizie, i matrimoni, le riunioni o i ricevimenti davvero speciali. Allo stesso tempo, mi occupo anche dell'organizzazione di importanti festival museali come la "Notte dei musei", l'HalloweenFest o il Poetry Slam. Ogni evento è unico ed emozionante, semplicemente perché un edificio antico e bello può riservare sorprese inaspettate.

Per quale oggetto del WeltenMuseum vorresti iniziare una campagna di marketing?
Le collezioni del museo contengono così tante opere e oggetti impressionanti e significativi, rendendo la decisione quasi impossibile. Inoltre, è molto più divertente riprendere la ricchezza delle prospettive del Museo Welten e sfogarsi con idee e strategie in aree diverse - non diventa mai noioso. Il contrario può essere z. B. sulla spada Ingelrii da 11. È una buona illustrazione di quanti anni ha l'idea del branding e del marketing correlato.

Cosa c'è di più divertente per te: marketing o gestione degli eventi?
Queste sono due attività molto diverse; Da un lato, mi concentro principalmente sul bellissimo edificio e le idee degli ospiti, dall'altro, i contenuti a volte astratti delle mostre sfaccettate. Eppure, entrambe le aree offrono l'opportunità di tradurre le idee in forme esteticamente piacevoli e impressionanti - e questo è molto divertente per me in entrambi i casi!

Guarda dietro le quinte

bianco, più bianco, colorato

casa lavoratore più
Guarda dietro le quinte

bianco, più bianco, colorato

casa lavoratore

Chiediamo a Daniel Alberti
Dal momento che 2014 ha lavorato come addetto alle pulizie nel Landesmuseum

Quali sono i tuoi compiti domestici?
Lo penso spontaneamente: "Girl for everything"! Il mio lavoro è di mantenere il lavoro museale dietro le quinte con i miei colleghi. Ciò include, tra le altre cose, il mantenimento degli oltre 100 anni di costruzione del museo e la manutenzione delle nostre strutture esterne. Allo stesso modo, ci occupiamo della preparazione di eventi, ovvero di posti a sedere per conferenze e inaugurazioni di mostre, allestendo un palco per concerti o tavoli per eventi. Ma sostengo anche la costruzione e lo smantellamento delle mostre. Originariamente ho appreso pittori e verniciatori. Quindi sono il punto di contatto quando si tratta di ridipingere una stanza o una porta.

Ci sono differenze nel lavoro del museo?
I compiti del pittore della mostra sono in genere già diversi e talvolta molto più elaborati. Questo inizia con la copertura e la protezione di oggetti preziosi. A volte ciò richiede anche più tempo del vero dipinto o della verniciatura. Quindi continua con la giusta scelta di colori e vernici. È molto importante notare che limiti speciali si applicano ai diversi materiali usati negli oggetti esposti. Se, per esempio, una base viene dipinta, deve quindi "uscire" 30 per giorni prima che possa essere equipaggiata con un'esposizione.

Hai una zona preferita o una mostra preferita nel museo?
Il mio posto preferito è l'area medievale del KunstWelten con le sue grandi pale d'altare, ad esempio Meister Bertram. Ma anche i personaggi di Tilman Riemenschneider trovo affascinanti. Ciò che questi artisti hanno già creato per i capolavori con le risorse limitate del loro tempo, lo trovo assolutamente notevole.